Luca Gallinari

A TU per Tu con Luca Gallinari – Capitano storico della CPC2005-

luca

Luca Gallinari -Il Capitano- della CPC2005

Figura storica del calcio giocato della CPC2005 Luca Gallinari è il capitano storico di questa compagine, che negli anni ha visto crescere e quasi modellare tra i suoi piedi,  e per cui ha sudato un’infinità di maglie fino ad ora. Persona di spessore umano e morale, calciatore dotato e dai piedi eccellenti, e non da meno di un’intelligenza tattica unica che con la sua visione  illumina da anni i palcoscenici del calcio laziale. Trafila prettamente comprensoriale che lo porta a 17 anni ad esordire in prima squadra del Corneto Tarquinia, militante all’epoca nel campionato di eccellenza. Da lì in poi Montefiascone in Promozione  e di nuovo al Corneto Tarquinia, poi nel 2006 agli arbori della società sposa la causa portuale della CPC2005. Cavalcata negli anni dai campionati amatoriali fino alla prestigiosa Promozione, con l’obiettivo di essere sempre in prima fila e soprattutto abbracciando il sogno societario dell’Eccellenza, partendo dai campi di periferia a quelli in erba che contano.

D- siamo quasi al giro di boa, un bilancio fino ad ora e le aspettative
R- Un bilancio positivo dovuti agli ottimi risultati raggiungi finora, e se contribuiamo con questa regolarità possiamo dire la nostra fino alla fine del campionato.

D- la forza di questo gruppo sono le individualità  e la consapevolezza che le eventuali alternative sono ugualmente pregevoli giocatori. C’e dell’altro?
R- Sicuramene la forza di questa squadra è il gruppo. È evidente che abbiamo una rosa competitiva e ottime individualità, con giocatori anche di categoria superiore.  La differenza è fatta anche da uno staff tecnico e dirigenziale importante.

D- Vieni da un’annata, quella della stagione precedente, in cui gli infortuni ti hanno un po martoriato.  Quest’anno invece piccoli stop come ora. Ti manca  l’adrenalina del campo?
R- Vengo da due anni che mi hanno visto troppe volte fuori dal campo, a causa di un grave infortunio che ha avuto delle conseguenze nelle stagioni successive.  Nonostante ciò l entusiasmo e la voglia di recuperare mi hanno portato ad ottenere risultati importanti, come dimostrato in questa stagione. Quest’anno sono riuscito con duri allenamenti a non avere gravi stop, dando il mio contributo alla squadra e recuperando in parte l adrenalina mancata nelle stagioni precedenti

D- Siete quasi tutti, a parte pochissime eccezioni, giocatori che durante il giorno e la notte  lavorate nel pianeta portuale. Un onore indubbiamente farlo, ma quanti sacrifici porta tutto ciò?R- La consapevolezza di avere un lavoro al giorno d’oggi è motivo di orgoglio, e avere allo stesso tempo  la possibilità di farlo con i colori portuali è solo motivo di vanto. I sacrifici sono tanti e tutto è ripagato a partire dagli allenamenti, e  la voglia di scendere in campo la domenica è così forte che  svanisce la fatica del lavoro.

D- Concludendo: c’e la possibilità non più  tanto remota di vedere finalmente un derby in Eccellenza. Una squadra quasi centenaria, quella del Civitavecchia, e una con origini amatoriali. Da spettatore per chi tiferesti?
R Sarebbe bello anche per la città avere due squadre che militano in un campionato così importante. Da un lato una squadra che partendo da categoria amatoriale è riuscita in pochi anni arrivare ad un campionato importante come quello si promozione,  con il sogno dell’eccellenza, e dall’altra una società importante e storica che ha fatto anche  campionati professionisti.  Sarebbe davvero una bella sfida.

gallinari1

 

 

 

Annunci

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: