Fabrizio Boriello

– a TU per TU con Fabrizio Boriello pilastro difensivo della gang di Mister Castagnari , col vizio del gol – 

Dopo la prima di campionato contro il Palocco vinta per due a uno, abbiamo raggiunto l’energico difensore centrale della Roja. Fabrizio è uno dei tre centrali difensivi della CPC al servizio di Castagnari col vizio del gol sui calci piazzati, e di questo avvio e delle aspettative per la stagione  ne abbiamo parlato con lui.

boriello-fabrizio(1)_300X0_90

D- L’esordio è stato veemente anche se col brivido nel finale. L’anno passato qualcuna l’avete pareggiata alla fine per questo calare sul finale, ma quest’anno la sensazione è di una squadra più  cinica, che ne pensi?
R-  Credo che dei confronti con l’anno passato non si possano fare. Sono cambiati metodi di allenamento, modulo, interpreti e mentalità e di sicuro quest’anno c’è un gruppo molto più conscio delle sue potenzialità. Del match di Domenica ci prendiamo i tre punti, frutto di una buona prestazione e continuiamo ad allenarci a testa bassa per la prossima gara.

D– La squadra gioca in 30metri ed è  pronta ad attaccare partendo già dalla difesa. Gioco globale segno di tanto allenamento e dedizione durante la settimana?
R-  Il mister punta molto sul gioco da dietro; vuole innanzi tutto che la palla si giochi partendo dai pilastri difensivi  e non si butti in avanti alla bene e meglio. Ci allena molto sulla tattica e la pretende giustamente la domenica. Per noi è un ulteriore divertimento, e quando ti diverti giocando le cose vengono sicuramente meglio.

D- Come vedi la prossima gara quando giocherete sapendo i risultati del Montespaccato e Ronciglione, da più parte additate come le pretendenti alla scalata in Eccellenza?
R– Siamo solo alla seconda giornata di andata, non ci interessano ancora molto i risultati delle avversarie. Noi dobbiamo pensare a fare il nostro dovere e cercare di vincere la nostra gara. Durante il campionato di sicuro, come ogni anno, ci sono sempre delle sorprese o squadre che hanno un trand positivo soprattutto in avvio per poi mollare un po’ la presa. Quindi l’importante è avere continuità di risultati fino alla fine.

D- Da veterano del terreno di gioco cosa sembra esserci in più rispetto al passato?
R- Io sono alla CPC da due anni, e rispetto alle stagioni precedenti si percepisce più sicurezza nei nostri mezzi tecnici-tattici. Il gruppo, seppur formato da gente arrivata solo da un paio di mesi, è molto unito e non ci sono rivalità. Credo questo sia il miglior modo per poter arrivare lontano e  se ognuno ha a cuore prima il risultato della squadra e poi quello personale, è certo che potremo dire la nostra fino in fondo e toglierci molte soddisfazioni.

Annunci

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: