Due punti su cui costruire il proseguo di stagione

La parola al Presidente Patrizio Presutti- è solo un incidente di percorso, ora, come sempre, tutti uniti verso l’obiettivo

L’indomani del pareggio in quel di Marina di S. Nicola, a mente fredda, si ritessa le fila e si prosegue. Non si è mai barcollato, ci si è fermati un attimo per riprendere fiato. Al Lombardi si sono lasciati i tre punti, non la convinzione di essere protagonisti fino alla fine. Padroni ed artefici del proprio destino ci si addentra in questi prossimi sette giorni, domenica fortunatamente c’è il derby. Non servirà solo giocarlo, andrebbe vinto per se stessi e contro chi già sentenzia.  Proclami di un tempo che lasciano ora il tempo che trovano, anche se a dir la verità ci si è sempre espressi per un campionato di vertice ma non da prima donna. La condizione granitica tra giocatori, staff e società compenserà quanto si è dissipato in classifica in queste ultime due partite. Il bello, credetemi, viene ora.
Preambolo per un’intervista al Presidente Patrizio Presutti, partendo da ieri, vivendo l’oggi, per capire le intenzioni del domani.

D- Due settimane in cui si dovevano gettare le basi per un proseguo più lineare, vedi la testa della classifica che si aveva tra le mani, subissata dagli incroci che il calendario proponeva tra la Corneto, la Pmc e l’Aranova. Invece hanno fruttato solo due punti e allontanato la CPC dalla vetta. Non è un dramma sia chiaro, ma un campanello di allarme c’è?
R- Sicuramente da queste due partite ci aspettavamo qualcosa in più, ma non è assolutamente un dramma. La squadra ha risposto bene sotto il profilo del gioco, forse si è peccato di cattiveria sotto porta. Se vado ad analizzare le due gare con la Doc Gallese e l’Atletico Ladispoli, ricordo almeno cinque/sei palle gol nitide con la Gallese e altrettante ieri. Nell’arco di una stagione un momento in cui si manifesta il calo fisiologico c’è, noi l’abbiamo vissuto in queste due settimane, tra campionato e coppa. Spero solo di averlo lasciato alle spalle, e se ci aspettavamo di più dopo questi incroci non ci fasciamo la testa. Il Campionato è ancora lungo e siamo fiduciosi sul lavoro che sta facendo lo staff, uniti come sempre. 

R- Le squadre conoscono il valore della nostra squadra. All’andata fu semplice ma ora sembrano essersi attrezzate sul piano tecnico e di marcatura, con il mercato di dicembre che ha assottigliato la differenza tecnica tra le prime e le altre.
R- L’approccio alle gare delle altre squadre è diverso, non solo perchè ci conoscono ma, soprattutto, perchè le gare da giocare sono sempre meno e  vanno raggiunti gli obiettivi che ci si è prefissati. Incontrare la Doc Gallese e l’Atletico, seppur con obiettivi differenti, non è come all’andata. Durante il mercato qualcosa è cambiato, ed è più difficile affrontarle. Sarà nostra bravura trovare le soluzioni giuste a queste dinamiche.

D- La squadra è apparsa statica, diciamo come se fosse col freno a mano tirato. Si paga  cosa?
R- Non credo che sia stata statica in queste due partite, direi più un calo fisico. Forse figlio del richiamo della preparazione di fine Dicembre. Non è una squadra che non costruisce o è ferma, continua a costruire occasioni ma manca solo di lucidità sotto porta. Non sempre tutto va secondo i programmi e serve anche un pizzico di fortuna per vincere i campionati. In questo momento non c’è, ma non per questo non stiamo facendo i risultati. 

D- Nel proseguo con la Corneto giocheremo a  casa mentre con  Pmc e Aranova andremo fuori. Non possiamo perdere più punti. 
R- E’ chiaro che questi quattro punti persi nelle ultime due partite non erano in programma, ma neanche in programma c’era la vittoria scontata in tutte e due. Le gare vanno giocate tutte, contro qualsiasi avversario, ma vale per noi cosi come per le altre squadre. Credo cosi che l’appannamento che ci ha precluso, ad oggi, di essere ancora in vetta, possa capitare anche ad altri. Se cosi non  fosse daremo la mano ai vincitori, complimentandoci. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: