Domenica al Tamagnini arriva la Doc Gallese 2010

Da una parte le sei vittorie consecutive, gli ultimi tre punti non aggiudicati sono datati due dicembre per i portuali, allora fu due a due in casa del Cerveteri. Quattro invece le vittorie consecutive della Gallese, precedentemente lo stop era arrivato per mano della PMC che a Vignanello si era imposta per due a uno. Questi i numeri da capogiro tra la capolista CPC2005 e la Doc Gallese 2010 in vista dell’incontro di domenica al Tamagnini. Match che per la classifica farà eco con quello dell’altra battistrada del girone A, la PMC, impegnata in casa con la quarta forza del girone Aranova. Subito dietro le due battistrada la Corneto, con un solo punto di distacco, che sarà di scena a Canale Monterano. Giornata interessante da cui potrebbe uscire qualche sorpresa.
La CPC2005 viene dall’incontro di Coppa Italia di mercoledi dove, seppur con fatica, ha vistato il biglietto per i quarti e, in attesa dei sorteggi, si rituffa in campionato per cancellare il passo falso. Se da una parte col Cerveteri qualcosa non ha funzionato visto il risultato, dall’altra ha segnato la presenza in campo di Mariano Lancioni. Numero dieci per una volta “sottratto” al fantasista Ruggiero, indossato sulle spalle con lo spirito di un ragazzino, seppur all’anagrafe si segni un bagaglio arrivato quasi alle trentatré primavere, e con la tenacia di essere una pedina su cui contare, in caso di bisogno, per la causa comune.
Ce la siamo fatti raccontare da Mariano Lancioni la gara di mercoledì, con qualche altra curiosità.

D- Mariano era importante passare turno, anche se la sconfitta toglie il piccolo record di imbattibilità casalinga . Che è mancato secondo te ?
R- Sicuramente la sconfitta di ieri lascia l’amaro in bocca, però l’importante era il passaggio del turno e fortunatamente ci siamo riusciti. Forse il risultato dell’andata ci a dato troppo sicurezza e credo ci sia mancata un po di concentrazione

D- La CPC2005 è una squadra con un mix tra grandi e giovani che si sono amalgamati in maniera perfetta fino ad ora. L’equilibrio è anche aspettare il proprio turno in panchina?
R- Il nostro è un bel gruppo e credo che chiunque giochi, grande o under che sia, non fa rimpiangere gli assenti. Subentrare dalla panchina non è mai facile, però l’importante è cercare sempre di dare il massimo quando si entra. Cerco di farmi trovare sempre pronto, in modo da sfruttare ogni opportunità e far ricredere il mister.

D- La tua carriera è stata lunga e di esperienza ne hai, qui cosa hai trovato a livello di squadra, società e ambiente.
R- Si è vero la “carriera ” fortunatamente è stata lunga, anche se con qualche infortunio di troppo. Qui ho trovato una grande organizzazione societaria e per questo li ringrazio per l’ opportunità che mi stanno dando. Era importante rimettermi di nuovo in gioco in un campionato di livello superiore come quello della promozione, visto che vengo da tanti anni di 1a categoria. La squadra è molto forte, un gruppo vero, e sono anche certo che ci sono alcuni giocatori che potrebbero fare delle categorie superiori

D- Chiudiamo, un desiderio per questa annata
R- il desiderio credo che sia uguale per tutti, giocatori e società, vincere almeno una delle due competizioni dove siamo ancora in gioco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: