Coppa Lazio del c5 ai titoli di coda

Finisce al Palasabina di Fara in Sabina l’avventura della CPC2005 nella Coppa Lazio di calcio a 5. Dopo il vantaggio dei portuali nella prima frazione, con un traversa e un palo colpiti poco prima, la CPC2005 si fa superare nella ripresa facendosi trascinare fino alla disputa dei calci di rigore. La lotteria che nessuno spera mai di giocare la vince il Cures, e porta a casa una storica qualificazione nel primo anno di serie C2. Partiamo dall’inizio, la CPC2005 gioca un discreto primo tempo e con Leone al 17′ si porta in vantaggio. Parziale che reggerà fino alla fine del primo tempo. Precedentemente Arduini al 5′ aveva colpito la traversa e Leone al 13′ il palo, con gli uomini di Branchesi che avevano accarezzato persino l’idea di uscire dal terreno di gioco all’intervallo con un parziale più sostanzioso. Ripresa d’altro tono in cui il Cures arriva fino al quattro a uno, con la possibilità concreta del passaggio di turno alla fine dei tempi regolamentari che prendeva forma. Ma non sarà così. In rete va Catania dopo un solo minuto, il raddoppio sbagliato un minuto dopo da Fruscella, poi gli animi si accendono e al 4′ viene espulso Ranzoni della CPC2005, reo di aver scagliato la palla addosso a un avversario su rimessa laterale. La gara va avanti e ancora con le espulsioni protagoniste, quattro minuti dopo costa cara al mister del Cures Lelli e al dirigente Pieri della CPC2005. Il Cures seppur senza guida macina gol, ci crede e segna con De Mauro all’8′ per poi triplicare al 14′ su calcio di rigore. Penalty concesso per fallo di mano di Arduini e trasformato ancora da De Mauro. Al 23′ la gara sembra chiusa dopo il gol del quattro a uno a firma di Pirri, ma la CPC2005 è ancora viva e con Cerrotta ritorna in partita al 30′. Precedentemente Leone aveva colpito un altro legno. Stesso parziale nelle due gare, 4 a 2, e si va ai rigori. L’errore di Panunzi costa caro agli uomini di Branchesi, dall’altra parte segna Lenzerini e il Cures passa al turno successivo. Sabato inizia la stagione, sperando in altre emozioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.